Benzinai pronti allo sciopero

Sotto l'albero gli italiani potrebbero trovare un regalo” inaspettato: la serrata dei benzinai. Se il governo dovesse accogliere le richieste di Unione Petrolifera e Confindustria sulla “deregulation” dei turni, degli orari e dei contratti del personale delle stazioni di servizio, la categoria è infatti pronta ad una risposta immediata. 
“Il riordino degli orari – ha affermato il Presidente di Anisa Confcommercio Luca Squeri – deve andare di pari passo con la razionalizzazione della rete recepita nel documento che il Governo ha appena approvato e che indica con chiarezza il percorso per liberalizzare gli orari. Se ci saranno colpi di mano, faremo sciopero anche sotto Natale”. Per scongiurare il pericolo e sottolinear e con forza le proprie ragioni, le associazioni di rappresentanza dei gestori hanno chiesto un incontro urgente al ministro delle Attività Produttive Antonio Marzano e al presidente della Commissione omonima Bruno Tabacci. 
Oltre alla liberalizzazione dei contratti e degli orari “in aperta violazione alle leggi del settore”, nel mirino dei gestori c'è il piano dell'Unione Petrolifera che prevede la cessione di 220-230 impianti alla grande distribuzione. Il progetto, che ha già avuto via libera da parte dell'Antitrust, dovrebbe diventare operativo nei primi giorni di gennaio.

approfondisci

Torna Indietro