Bonus formazione 4.0

Alle imprese che effettuano attività di formazione, spetta un credito d’imposta pari al 40% delle spese relative al costo aziendale del personale dipendente per il periodo occupato nella formazione svolta per acquisire e consolidare le conoscenze tecnologiche previste dal Piano Nazionale Impresa 4.0, ossia:

  • big data e analisi dei dati,
  • cloud e fog computing,
  • cyber security,
  • sistemi cyber – fisici,
  • prototipazione rapida,
  • sistemi di visualizzazione e realtà aumentata,
  • robotica avanzata e collaborativa,
  • interfaccia uomo macchina,
  • manifattura additiva,
  • internet delle cose e delle macchine e integrazione digitale dei processi aziendali nei seguenti ambiti: vendita e marketing, informatica, tecniche e tecnologie di produzione.

 

È esclusa la formazione ordinaria o periodica organizzata dall’impresa per conformarsi:

  • alla normativa vigente in materia di salute e sicurezza sul luogo di lavoro;
  • ad ogni altra normativa obbligatoria in materia di formazione.

 

Il credito d’imposta in esame è riconosciuto fino ad un massimo annuo di € 300.000,00 per ciascun beneficiario per le attività di formazione pattuite con contratti collettivi aziendali o territoriali e:

  • va indicato nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta di sostenimento delle spese;
  • non concorre alla formazione del reddito e della base imponibile IRAP;
  • non rileva ai fini del rapporto di deducibilità degli interessi passivi e dei componenti negativi ex artt. 61 e 109, comma 5, TUIR;
  • è utilizzabile esclusivamente in compensazione con il modello F24,
  • è concesso nel rispetto dei limiti e condizioni ex Regolamento UE n. 651/2014 concernente la compatibilità degli aiuti di Stato, con il mercato interno.

 

I costi relativi alle spese agevolabili devono essere certificati dal soggetto incaricato della revisione legale / collegio sindacale / professionista iscritto nel Registro dei revisori legali (la certificazione deve essere allegata al bilancio). Per le imprese non soggette a revisione legale dei conti la certificazione va redatta da un revisore legale o società di revisione legale dei conti.

È molto atteso il decreto attuativo con il quale saranno rese disponibili le modalità di fruizione del suddetto bonus.

Per ulteriori informazioni è possibile chiedere un appuntamento al numero tel. 040 7707366 o per e-mail a info@confcommerciotrieste.it.

Torna Indietro