Borse della spesa, dopo la normativa arrivano le sanzioni

E’ entrata in vigore la nuova legge che, recependo gli orientamenti comunitari, va a modificare i materiali utilizzabili per le borse della spesa.

La normativa, che si colloca nel quadro delle politiche comunitarie a tutela dell’ambiente, va applicata a tutte le borse di plastica, con o senza manici, inclusi i sacchi leggeri e ultraleggeri utilizzati nei reparti ortofrutta, gastronomia, macelleria, pescheria e panetteria.
Le nuove borse dovranno essere biodegradabili e compostabili, con un contenuto minimo di materia prima rinnovabile del 40% e saranno fornite ai consumatori esclusivamente a pagamento, con il prezzo delle stesse riportato sullo scontrino fiscale.
Negozi e supermercati dovranno adeguarsi alle nuove disposizioni entro il 31 dicembre pena, a partire dal 2018 in caso di infrazioni accertate, di sanzioni amministrative che andranno dai 2.500 ai 25mila Euro.
Per ulteriori informazioni gli interessati possono rivolgersi a Confcommercio Trieste telefonando allo 040/7707366 o scrivendo a info@confcommerciotrieste.it
Torna Indietro