Ponterosso, confronto di pareri legali

L’impresa considera un punto fermo l’ipotesi dell’edificio situato di fronte alla Questura. Bradaschia: «I tempi saranno quelli necessari» Il Comune chiede una verifica, Riccesi sollecita dall’amministrazione «un po’ di attivismo» Un altro tassello nella ricerca di siti alternativi in cui realizzare quello che doveva essere il parcheggio sotterraneo di piazza del Ponterosso. Entro una quindicina di giorni — riferisce l’assessore Maurizio Bradaschia — l’amministrazione comunale dovrà acquisire quel parere legale pro veritate che ha deciso di richiedere: una verifica della situazione (decisamente complessa fra contratti, possibili penali, modalità di transazione e così via) in base alla quale procedere nella trattativa…

Visualizza Tutto

Ascom: non volevamo la rivoluzione degli orari

Il presidente Ascom replica alle accuse della lista di Volpe Pasini. Battilana: «Non ho ancora detto sì a Città di Udine» L’Ascom di Udine non ci sta e respinge le accuse di aver accolto con grande favore le scelte operate o addirittura di esserne la fautrice. «Il nostro obiettivo finale non era certo quello della deregulation degli orari», commenta caustico Claudio Ferri, presidente dell’Associazione provinciale e dell’Unione regionale del Commercio e Turismo. L’intervento del Presidente Ferri nasce dalla decisione della lista civica Città di Udine – che sarà presente alle prossime elezioni amministrative di giugno 2003 – di spedire ai…

Visualizza Tutto

«La deregulation favorisce solo la grande distribuzione»

I commercianti dicono no all’apertura 24 ore su 24 La Regione ha recentemente approvato una norma che liberalizza gli orari di apertura dei negozi della piccola distribuzione. Tuttavia, ai commercianti udinesi di questo provvedimanto importa poco, per non dire nulla. Infatti, sono tutti contrari a una «giungla di orari, capace solo di confondere la clientela». Gli esercenti criticano in coro una disposizione che «a parole è stata fatta per i piccoli, ma in realtà può favorire solo gli esercizi commerciali che hanno molto personale e possono organizzare la turnazione. Per i negozi del centro – sottolineano -, quasi tutti…

Visualizza Tutto

Shopping days, le commesse insorgono

Una lettera per contestare il lavoro nei negozi in concomitanza con la Festa della mamma Anche quest’anno Shopping days prevede negozi aperti in coincidenza con la festa della mamma, domenica prossima 12 maggio, e anche quest’anno, puntuali, si sono fatte sentire con una lettera di protesta le commesse mamme, contrarie in generale alle aperture nei giorni festivi. Le commesse dei negozi della città, come si apprende dalla lettera inviata al nostro giornale e corredata da una serie di firme, protestano nuovamente perchè contrarie a lavorare proprio il giorno della festa della mamma. «Lo scorso anno – ricordano – l’Associazione…

Visualizza Tutto

La Fiera volta pagina e si dedica all’artigianato

Anticipata di un mese la kermesse (dall’8 al 12 maggio) che nei prossimi anni sarà specializzata. Anche spettacoli con il Gabibbo e i Fichi d’India Basta con il tradizionale appuntamento della Campionaria a giugno. La fiera annuncia una svolta storica, anticipa la kermesse a maggio e la trasforma in evento specializzato. Le date sono ormai prossime, dall’8 al 12 maggio, e sarà una Fiera tutta dedicata all’artigianato. Una manifestazione in grande stile, con oltre 280 espositori e ben 18 paesi presenti, che riparte rinnovata sin dalle fondamenta e che della campionaria conserverà solo i tradizionali stand enogastronomici e gli…

Visualizza Tutto

Ascom: ingiusta l’imposta sulle insegne pubblicitarie

Lettera ai sindaci della provincia per chiedere un’altra proroga L’Ascom della provincia di Udine contesta la soppressione della franchigia per l’imposta sulle insegne superiori a 5 metri quadrati e invita i sindaci a disporre un’ulteriore proroga del termine ultimo di pagamento al prossimo 30 giugno. I fatti. All’indomani dell’insediamento, il Governo Berlusconi aveva annunciato l’abolizione delle imposte sulle insegne. Ma la decisone aveva fatto subito i conti con quello che per i Comuni si sarebbe trasformato in un mancato gettito perlopiù abbastanza considerevole. A Udine – tanto per farsi un’idea – l’imposta sulle insegne è di 15 mila ex…

Visualizza Tutto

In occasioni simili i negozi restino aperti di domenica

«La città in questo periodo è in festa e piena di gente, le nostre categorie devono fare la loro parte e alzare le saracinesche anche negli orari e nei giorni nei quali potrebbero rimanere chiuse». L’appello è di Franco Rigutti, rappresentante della Confcommercio triestina e di Francesco Deruvo, presidente provinciale della Federazione pubblici esercenti. E non mancherà di suscitare scalpore, perché finora, quando commercianti ed esercenti sono stati chiamati a fare uno sforzo in più, per adeguarsi alla sempre più spiccata vocazione della città in campo turistico e quale sede di importanti eventi, le risposte non sono state entusiastiche. «Ma…

Visualizza Tutto

Abbigliamento, Da Pozzo al vertice

Il presidente del mandamento di Tolmezzo ora guida il gruppo tessile Gianni Da Pozzo è il nuovo presidente del Gruppo abbigliamento dell’Ascom. Succede a Sergio Tubetti, presidente mandamentale dell’Ascom della città di Udine. Da parte sua, Da Pozzo, che da vent’anni è operativo all’interno dell’Associazione commercianti e titolare di un prestigioso negozio di abbigliamento di Tolmezzo, è anche presidente mandamentale dell’Ascom della Carnia. Ma riveste anche altre cariche importanti come – tanto per citarne una – la presidenza del Congafi di Udine. «Come rappresentante del gruppo dei tessili-abbigliamento – afferma il neo eletto presidente – punteremo su un programma…

Visualizza Tutto

Commercio ancora senza regole

Anche nell’ambito della maggioranza c’è chi critica alcune scelte, come quella sugli orari dei negozi L’opposizione accusa: a tre anni dall’approvazione la legge rimane inattuata TRIESTE – A tre anni dall’approvazione della legge sul commercio, salutata con grande clamore e soddisfazione dal suo artefice, l’assessore Sergio Dressi, e dal centrodestra, essa è in buona parte inattuata, e soprattutto mancano i regolamenti relativi alla media e grande distribuzione. Lo sostiene Cristiano Degano, della Margherita, in un’interrogazione al presidente della giunta regionale Renzo Tondo. «Il quadro è paradossale, come dimostra quanto accaduto in sede di collegato: in attesa dei regolamenti che non…

Visualizza Tutto