NUOVI ACCORDI ECONOMICI COLLETTIVI. NUOVI TRAGUARDI

Anticipiamo con la presente che venerdì 19 aprile 2002 alle ore 9.30, in Roma, presso la ConfCommercio (piazza G.G.Belli, 2) – sala Orlando, avrà luogo un convegno – organizzato dalla Fnaarc Argomento del convegno sarà l’illustrazione dei nuovi Accordi Economici Collettivi, con particolare riguardo per i miglioramenti normativi ed economici e per le ricadute giuridiche e previdenziali conseguenti alla entrata in vigore degli accordi stessi. Nel corso dell’incontro verranno inoltre indicate le linee programmatiche dell’azione che la Fnaarc intende sviluppare in futuro, ricordando, a puro titolo di esempio, i temi della fiscalità, della professionalità e della formazione continua. In considerazione…

Visualizza Tutto

Embargo, arma spuntata?

Riportiamo di seguito un articolo apparso sulla Staffetta Petrolifera, in merito all’embargo di prodotti petroliferi da parte dell’Iraq L’arma è spuntata, l’Italia importa dall’Iraq appena il 5% del suo fabbisogno (nel 2001 le importazioni di petrolio greggio si sono dimezzate scendendo a 3,93 milioni di tonnellate), gli effetti saranno marginali, la crisi provocherà aumenti minimi, la quota irachena è rimpiazzabile, ci sono scorte a sufficienza, quella dell’Iraq è solo una sfida politica, sono solamente fiammate emotive, non bastano tre paesi falchi dell’Opec (Iraq, Iran e Libia) a fare una maggioranza nei paesi del Cartello, l’Arabia Saudita e l’Opec sono fornitori…

Visualizza Tutto

Cinquanta indagati per la benzina agevolata

Continuavano a utilizzare tessere di aziende che avevano cessato l’attività Benzina agevolata, frode reiterata. I nomi di una cinquantina di automobilisti triestini sono iscritti nel registro degli indagati della Procura della Repubblica. Secondo le indagini del gruppo antifrode della Guardia di Finanza, hanno riempito i serbatoi delle loro vetture private servendosi delle tessere di aziende e ditte che avevano cessato l’attività. E’ questo l’ennesimo «incidente di percorso» collegato ai contingenti di carburante a prezzo ridotto riservati a privati e ditte domiciliate in Provincia di Trieste. Negli anni sono stati via via scoperti buoni contraffatti usciti da tipografie compiacenti; assegnazioni…

Visualizza Tutto

Bollo auto in euro, quanto costa?

A partire dallo scorso 1° gennaio sono state soppresse le tariffe espresse in lire per il pagamento del bollo auto. La tariffa in euro, calcolata in base alla potenza del motore espressa in Kilowatt e’ di euro 2,58 a KW su tutto il territorio nazionale, tranne che per i residenti nel Veneto e nelle Marche. Per questi ultimi, sempre dal 1° gennaio 2002, si applica un aumento del 7,98, mentre per i residenti nel Veneto si applica un aumento del 10 per cento. In sintesi l’importo annuo del bollo per un KW e’ pari a: – euro 2,58 su tutto…

Visualizza Tutto

Studi di Settore 2002

Il Ministero delle Finanze ha reso disponibili in questi giorni i questionari relativi agli Studi di Settore della categoria degli agenti di commercio. Il modelli che dovranno accompagnare l’Unico 2002, relativo ai redditi 2001, sono -come gia’ lo scorso anno- otto e piu’ precisamente: -SG61A Int.ri del commercio di prodotti alimentari, bevande e tabacco (cod. att. 51.17.0); -SG61B Int.ri del commercio di mobili, articoli per la casa e ferramenta (cod att. 51.15.0); -SG61C Int.ri del commercio di prodotti tessili, di abbigliamento (incluse le pellicce), di calzature e di articoli in cuoio (cod. att. 51.16.0); -SG61D Int.ri del commercio specializzato di…

Visualizza Tutto

Il 626? Non va più bene.

Il 626 non va piu’ bene. E assieme ad esso, secondo il Governo, va rivista tutta la normativa sulla sicurezza e salute nei luoghi di lavoro. Il disegno di legge sulla semplificazione, presentato dal Consiglio dei ministri ed emendato dalla Commissione affari costituzionali del Senato, prevede l’assegnazione di una delega al Governo, il quale, tramite decreto legislativo, mettera’ mano al “riassetto della materia della sicurezza e tutela dei lavoratori”. Il disegno di legge sara’ discusso in Aula a Palazzo Madama entro la meta’ di marzo. Una conferma delle intenzioni dell’Esecutivo e’ arrivata la settimana scorsa. Presentando una ricerca curata dal…

Visualizza Tutto

Senza distributori di benzina 21 comuni su 39
Un incontro per fare il punto sulla rete sempre più sguarnita di punti di rifornimento di carburante

Sul problema dei distributori di carburanti in montagna si sono incontrati nella sede dell’Agemont, ad Amaro, il presidente dell’Agenzia regionale Delio Strazzaboschi e il segretario della Confesercenti di Udine e della Faib regionale, una delle associazioni di categoria, Giorgio Moretti. Sono state analizzate le ragioni dell’abbandono dei punti vendita in montagna, anche se oramai sono temi datati. Le grandi aziende petrolifere, è stato detto, sono da tempo orientate alle aree strategiche del territorio regionale e non hanno interesse a servire bacini limitati, con il risultato che, centri maggiori esclusi o viabilità “a gerarchia” superiore, nelle aree montane il servizio è…

Visualizza Tutto

Prezzi ortofrutticoli: prima riunione del Comitato di filiera

Si è svolta oggi la prima riunione del Comitato di Filiera, l’organismo che in base all’accordo raggiunto martedì scorso nel tavolo tecnico sui prezzi dei prodotti ortofrutticoli ha il compito di definire le modalità di formazione dei prezzi, dare maggiore trasparenza al mercato e coordinare la sorveglianza degl i organi preposti al controllo dei prezzi. Il Comitato è composto da: Confcommercio, Confagricoltura, Coldiretti, C.I.A., Copagri, Confesercenti, Federazione Nazionale Cooperative Agricole ed Agroalimentari, Anca/Lega, Lega Nazionale Cooperative e Mutue, Sindacato Nazionale Importatori Esportatori Ortofrutticoli Agrumari, Organizzazione Interprofessionale Ortofrutta, Consiglio Nazionale dei Consumatori ed Utenti, Federconsumatori. Intanto, il ministero delle Attività Produttive…

Visualizza Tutto

Billè sui prezzi ortofrutticoli: No alle campagne di criminalizzazione contro i commercianti””

Se i movimenti dei consumatori pensano di scaricare sulla distribuzione tutte le colpe di un rialzo dei prezzi che, nella maggior parte dei casi, non sono attribuibili ai commercianti, si sbagliano”. All’indomani della riunione tecnica in cui il governo e i rappresentanti della filiera hanno affrontato il problema del caro-prezzi dei prodotti ortofrutticoli, il Presidente di Confcommercio Sergio Billè è tornato sull’argomento per difendere il settore distributivo. “La filiera della distribuzione – ha detto – ha mantenuto già in occasione del change-over un comportamento più che corretto, addirittura eroico come ha affermato nei giorni scorsi il relatore al Parlamento europeo…

Visualizza Tutto

Billè: Italia quasi alla recessione

MILANO – L’economia di Eurolandia si conferma in fase di stallo: secondo i dati diffusi da Eurostat, il prodotto interno lordo dei dodici Paesi dell’area euro è cresciuto nel terzo trimestre di un risicato 0,1% rispetto al secondo trimestre. Su base annua, la crescita è stata pari all’1,3%. E il peggio non è ancora arrivato: la stragrande maggioranza degli economisti stima infatti che nel quarto trimestre la variazione del Pil rispetto al periodo giugno-settembre sarà negativa. Dunque, Eurolandia oscilla sempre più pericolosamente sul sottile crinale che la separa dalla recessione vera e propria (che viene definita come la variazione negativa…

Visualizza Tutto