Il 626? Non va più bene.

Il 626 non va piu’ bene. E assieme ad esso, secondo il Governo, va rivista tutta la normativa sulla sicurezza e salute nei luoghi di lavoro. Il disegno di legge sulla semplificazione, presentato dal Consiglio dei ministri ed emendato dalla Commissione affari costituzionali del Senato, prevede l’assegnazione di una delega al Governo, il quale, tramite decreto legislativo, mettera’ mano al “riassetto della materia della sicurezza e tutela dei lavoratori”. Il disegno di legge sara’ discusso in Aula a Palazzo Madama entro la meta’ di marzo. Una conferma delle intenzioni dell’Esecutivo e’ arrivata la settimana scorsa. Presentando una ricerca curata dal…

Visualizza Tutto

Senza distributori di benzina 21 comuni su 39
Un incontro per fare il punto sulla rete sempre più sguarnita di punti di rifornimento di carburante

Sul problema dei distributori di carburanti in montagna si sono incontrati nella sede dell’Agemont, ad Amaro, il presidente dell’Agenzia regionale Delio Strazzaboschi e il segretario della Confesercenti di Udine e della Faib regionale, una delle associazioni di categoria, Giorgio Moretti. Sono state analizzate le ragioni dell’abbandono dei punti vendita in montagna, anche se oramai sono temi datati. Le grandi aziende petrolifere, è stato detto, sono da tempo orientate alle aree strategiche del territorio regionale e non hanno interesse a servire bacini limitati, con il risultato che, centri maggiori esclusi o viabilità “a gerarchia” superiore, nelle aree montane il servizio è…

Visualizza Tutto

Prezzi ortofrutticoli: prima riunione del Comitato di filiera

Si è svolta oggi la prima riunione del Comitato di Filiera, l’organismo che in base all’accordo raggiunto martedì scorso nel tavolo tecnico sui prezzi dei prodotti ortofrutticoli ha il compito di definire le modalità di formazione dei prezzi, dare maggiore trasparenza al mercato e coordinare la sorveglianza degl i organi preposti al controllo dei prezzi. Il Comitato è composto da: Confcommercio, Confagricoltura, Coldiretti, C.I.A., Copagri, Confesercenti, Federazione Nazionale Cooperative Agricole ed Agroalimentari, Anca/Lega, Lega Nazionale Cooperative e Mutue, Sindacato Nazionale Importatori Esportatori Ortofrutticoli Agrumari, Organizzazione Interprofessionale Ortofrutta, Consiglio Nazionale dei Consumatori ed Utenti, Federconsumatori. Intanto, il ministero delle Attività Produttive…

Visualizza Tutto

Billè sui prezzi ortofrutticoli: No alle campagne di criminalizzazione contro i commercianti””

Se i movimenti dei consumatori pensano di scaricare sulla distribuzione tutte le colpe di un rialzo dei prezzi che, nella maggior parte dei casi, non sono attribuibili ai commercianti, si sbagliano”. All’indomani della riunione tecnica in cui il governo e i rappresentanti della filiera hanno affrontato il problema del caro-prezzi dei prodotti ortofrutticoli, il Presidente di Confcommercio Sergio Billè è tornato sull’argomento per difendere il settore distributivo. “La filiera della distribuzione – ha detto – ha mantenuto già in occasione del change-over un comportamento più che corretto, addirittura eroico come ha affermato nei giorni scorsi il relatore al Parlamento europeo…

Visualizza Tutto

Billè: Italia quasi alla recessione

MILANO – L’economia di Eurolandia si conferma in fase di stallo: secondo i dati diffusi da Eurostat, il prodotto interno lordo dei dodici Paesi dell’area euro è cresciuto nel terzo trimestre di un risicato 0,1% rispetto al secondo trimestre. Su base annua, la crescita è stata pari all’1,3%. E il peggio non è ancora arrivato: la stragrande maggioranza degli economisti stima infatti che nel quarto trimestre la variazione del Pil rispetto al periodo giugno-settembre sarà negativa. Dunque, Eurolandia oscilla sempre più pericolosamente sul sottile crinale che la separa dalla recessione vera e propria (che viene definita come la variazione negativa…

Visualizza Tutto

Risposta alla segnalazione di un lettore de “Il Piccolo”

In riferimento alla segnalazione del signor Paolo Urbani del 9 gennaio u.s., si ricorda che il prezzo delle benzine è da anni libero sul mercato e pertanto differenze esistono sia tra le società petrolifere che tra i gestori. Tali differenze prezzo sono determinate da diverse variabili. Per quanto riguarda il prezzo segnalato è perfettamente in linea con i prezzi consigliati dalla società in questione e verificabili sul sito del Ministero dell’Industria. La differenza che ha pagato sull’impianto della nostra città è a norma per un impianto servito. Per quanto riguarda il suo desiderio di servirsi da solo e quindi di…

Visualizza Tutto

Forse congelato” lo sciopero dei benzinai sulle autostrade”

Il Presidente dell’Anisa-Confcommercio Luca Squeri ha annunciato che la serie di agitazioni proclamata dei gestori delle stazioni di servizio autostradali potrebbe essere sospesa. Abbiamo ricevuto una convocazione dal ministro Marzano per mercoledì prossimo ad un tavolo di discussione al quale parteciperemo insieme alle altre organizzazioni di rappresentanza e all’Unione petrolifera, la società Autostrade e l’Anas”. Lunedì, intanto, le organizzazioni si incontreranno per decidere sull’eventuale sospensione della serrata. Gli scioperi erano stati proclamati in seguito alla richiesta dei gestori di non penalizzare i piccoli operatori nella gara di assegnazione di tutte le aree di servizio della rete autostradale nel 2003….

Visualizza Tutto

Marche da bollo: entro febbraio vanno sostituite quelle in lire

L’Agenzia delle Entrate ha reso noto che sarà possibile usare le marche da bollo in lire almeno fino al 28 febbraio. A partire dal 1.o marzo 2002, invece, potranno essere utilizzati soltanto valori bollati con la doppia indicazione «lire/euro» o quelli unicamente in euro. Quindi l’Agenzia invita i cittadini a utilizzare entro il prossimo 28 febbraio i valori bollati in lire in loro possesso, perchè dopo non saranno in alcun modo rimborsabili. L’Agenzia ha poi invitato i tabaccai e gli altri rivenditori autorizzati a sostituire al più presto, e non oltre il 28, i valori in loro possesso espressi solo…

Visualizza Tutto

Equiparazione Aggio su concorsi

Comunichiamo che nella seduta pomeridiana del 30 gennaio u.s. il Senato ha presentato un ordine del giorno accolto dal Governo, presentato su iniziativa delle organizzazioni sindacali STS, UTIS e FIRAS. Questo atto costituisce un’ulteriore testimonianza della volontà delle forze politiche di accogliere le richieste dirette all’equiparazione dell’aggio su tutti i concorsi pronostici, obiettivo per il cui raggiungimento le tre associazioni stanno lavorando in stretto contatto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze. “Il Senato, ravvisata l’opportunità di procedere alla verifica della possibilità di uniformare l’aggio spettante ai ricevitori dei concorsi pronostici, del lotto e delle lotterie in modo da garantire…

Visualizza Tutto

SUPERENALOTTO: AGGIO ALL’8%, MA…

Lo fissa il decreto-legge sui giochi e concorsi pronostici , ma prosegue la battaglia! A decorrere dal 1° gennaio 2002, il compenso dovuto dal giocatore al ricevitore per la partecipazione al concorso pronostici Enalotto è fissato nella misura dell’8% del costo al pubblico per colonna pari a 0,50 euro. La posta unitaria di partecipazione al concorso è di 0,408 euro per colonna”. Questo il testo dell’articolo 14 del decreto-legge n. 452 del 28 dicembre 2001 che accoglie “in toto” le richieste dei ricevitori sportivi in merito alla nota questione dell’aggio sul Superenalotto, scaturita dall’aumento della posta unitaria deciso dalla legge…

Visualizza Tutto