Confcommercio, misure sui pagamenti Pos solo con coperture adeguate

Confcommercio, misure sui pagamenti Pos solo con coperture adeguate

Il ricorso allo strumento del credito di imposta per la riduzione delle commissioni su carte di credito e di debito le quali gravano sulle imprese che accettano tali mezzi di pagamento, per Confcommercio, è condivisibile solo in presenza di una dotazione finanziaria adeguata.

Questo il monito dell’associazione di categoria a fronte dell’impegno economico, ipotizzato a questo riguardo dall’Esecutivo in seno alla prossima manovra, che prevede lo stanziamento di  26,95 milioni di Euro per il 2020 e di 53,9, invece, per il 2021.

Per piazza Belli l’entità di tali risorse risulterebbe infatti palesemente insufficiente ai fini di un effettivo supporto alle imprese che devono invece fronteggiare un monte complessivo di commissioni di circa 1,5 miliardi di Euro annui.

Confcommercio, inoltre, evidenzia anche l’opportunità del varo di misure, nell’ambito del provvedimento sui Pos inserito nella bozza del decreto fiscale, che favoriscano la concorrenza tra credito e di debito e strumenti elettronici di pagamento di nuova generazione.

 

www.confcommercio.it

 

Torna Indietro