Confcommercio, più risorse e strumenti per il turismo

Confcommercio, più risorse e strumenti per il turismo

 

Fare del turismo uno degli elementi cardine di programmazione economica e investimenti, elaborare un Piano di Settore adeguato alle esigenze del comparto e attuare efficaci politiche di promozione del brand Italia.
Queste le esigenze del segmento dell’accoglienza indirizzate all’Esecutivo da  Confcommercio Imprese per l’Italia nell’ambito del convegno “Imprese- Turismo”, segmento che, in un solo anno, tra il 2017 e il 2018, ha registrato un incremento delle presenze del 3,2%, per un volume di affari complessivo superiore agli 84 miliardi di Euro, il 45% derivante dall’afflusso di visitatori stranieri.
Sempre secondo i dati di Unioncamere  e Isnart, il 43% degli importi spesi è andato a beneficio  dei servizi di alloggio e ristorazione mentre, la rimanente percentuale, agli altri servizi del territorio.
L’appeal del Paese è anche testimoniato dal 5°posto che occupa quanto ad arrivi internazionali, (58,3 milioni).

Un turismo, sempre in base ai dati del report, che viaggia sempre più online, considerato che il 24% di viaggi e vacanze vengono acquistati via web, con un aumento annuo dell’8%.
Le richieste di una maggiore attenzione per il settore, sotto il profilo di risorse fruibili per rinnovare l’apparato ricettivo e strumenti da utilizzare anche sotto quello contrattuale per l’assunzione di personale, sono motivate pure dalle sua rappresentatività evidenziata da 612 mila aziende, il 10,1% dell’intero corpo produttivo del Paese, che impegnano 2,7 milioni di addetti, il 12,6% degli occupati complessivi.

 

www.confcommercio.it

Torna Indietro