Cresce l’imprenditoria straniera in Italia

Sono in costante aumento le aziende presenti sul mercato guidate da cittadini nativi in altri Paesi.
In base ai dati forniti dai Registri camerali, a dicembre 2017, l’incremento è stato del 2,5% e, ad oggi, tale componente costituisce l’8,8% del tessuto imprenditoriale italiano.
La rappresentanza più numerosa è quella cinese, con quasi 81mila unità produttive ( +61,5% dal 2009 ad oggi) seguita da quella marocchina (79mila), e romena (77mila), che hanno fatto registrare un aumento, sempre negli ultimi otto anni, rispettivamente del 37,8% e del 56,9%.
Tornando alla leadership orientale, i settori nei quali figura maggior numero di aziende sono il commercio ( 26mila imprese), il manifatturiero ( 20mila) e la ristorazione (poco più di 18mila).
Per quanto riguarda il Friuli Venezia Giulia, nella nostra regione ( al 13° posto della graduatoria), al 31 dicembre dello scorso anno erano registreate 1.198 imprese, con una crescita tendenziale del 3,8% ed un incremento del 98% invece rispetto al 2006.

Torna Indietro