M-Cube sempre più globale

Assecondare la crescente domanda del mercato di trasformare la visita del consumatore all’interno di un negozio in un’esperienza unica, con l’obiettivo di fidelizzare il cliente ed allargare quindi le opportunità di business.

Questa la strategia alla base dell’acquisto, da parte di M-Cube Digital Engagement, del 66% delle quote di Stentle, start up che punta ad innovare e personalizzare l’esperienza dello shopping integrando le tecnologie digitali all’interno del punto vendita.

L’operazione, per la triestina M-Cube di cui è CEO Manlio Romanelli, già vicepresidente della Confcommercio giuliana, rappresenta un nuovo, importante, passo di quel processo di sviluppo che l’ha portata negli anni ad una dimensione internazionale e ad essere una realtà leader nel settore della comunicazione digitale per il marketing in store e per grandi griffe retail e fashion.

In seno all’azienda, fondata nel capoluogo del Friuli Venezia Giulia nel 2001 e che presenta fatturato annuo di 18 milioni di Euro,  opera uno staff di oltre 100 professionisti di altissimo livello, dislocati nelle 5 sedi operative (Trieste, Milano, Roma, Parigi ed Amsterdam).

Tra  gli oltre 130 brand di un portafoglio clienti con più di 90 Paesi rappresentati, figurano colossi del mercato, tra cui, solo per citare alcuni brand universalmente conosciuti,  Benetton, Despar e Moncler.

 

Torna Indietro