POS obbligatorio senza sanzioni per chi non accetta pagamenti con carte e bancomat

I commercianti e i professionisti che rifiutano di ricevere pagamenti tramite POS (carta di credito e di debito) non rischiano l’irrogazione di alcuna sanzione.

L’indicazione proviene direttamente dal Consiglio di Stato che lo ha deciso con un parere del 1 giugno 2018.

I giudici hanno deciso di bloccare lo schema di regolamento del Ministero dello Sviluppo economico che prevedeva l’irrogazione di specifiche sanzioni al fine di incentivare l’utilizzo della moneta elettronica.

Allo stato attuale le disposizioni in vigore prevedono l’obbligo di accettare in pagamento la moneta elettronica, ma di fatto, l’eventuale rifiuto non determinerà alcuna conseguenza e quindi neppure l’irrogazione di una specifica sanzione.

Ora il problema dovrà essere affrontato dal nuovo Governo che dovrà intervenire per trovare eventualmente una soluzione.

Dovrà inoltre essere affrontato il tema delle commissioni bancarie che restano troppo altre e rappresentano un ulteriore freno alla diffusione dell’utilizzo di mezzi di pagamento alternativi di tipo elettronico.

Per ulteriori informazioni è possibile chiedere un appuntamento al numero tel. 040 7707366 o per e-mail a info@confcommerciotrieste.it.

 

 

Torna Indietro