Sconti IMU-TASI nel caso di locazioni a canone concordato

A decorrere dal 2016, il Legislatore riconosce uno sconto del 25% per l’IMU e per la TASI dovuta sugli immobili che risultano locati a canone concordato.

I contratti di locazione a canone concordato si differenziano da quelli a canone libero, poiché i criteri di stipula (durata, rinnovo, importo canone, aggiornamento ISTAT) sono fissati a livello locale tra le principali organizzazioni rappresentative della proprietà edilizia e le principali associazioni sindacali dei conduttori.

Il beneficio in commento è cumulabile con l’abbattimento del 50% previsto per gli immobili dichiarati di interesse storico/artistico e quindi in questo caso si potrà applicare una doppia agevolazione.

In particolare, il Comune di Trieste ha previsto un’aliquota IMU ridotta al 6,5 per mille per gli immobili ad uso abitativo escluse le pertinenze che vengono locati a canone concordato; mentre per quanto riguarda la TASI l’aliquota prevista per tutti gli immobili locati è pari a zero.

Infine si ricorda che il proprietario dell’immobile locato a canone concordato che ha pagato IMU e TASI nel 2016 applicando lo sconto del 25%, dovrà presentare una dichiarazione IMU entro il 30 giugno 2017.

Per ulteriori informazioni è possibile chiedere un appuntamento al numero tel. 040 7707366 o per e-mail a info@confcommerciotrieste.it.

 

Torna Indietro